Molti lettori di OutofBit ricorderanno come l’anno scorso Huawei si sia presa il suo tempo prima di decidere di lanciare (finalmente) l’atteso Mate 20 Pro. Tuttavia, stando alle caratteristiche del telefono e al buon riscontro ottenuto tra i clienti, si può dire che ne è valsa la pena: il Mate 20 Pro si è rivelato essere uno dei migliori smartphone Android del 2018.

 

huawei mate 20 Pro

La società sta ora implementando un nuovo aggiornamento del firmware per il telefono, che risolve alcuni inconvenienti riscontrati in questi mesi e introduce alcuni miglioramenti delle prestazioni di EMUI. Inoltre, l’update porta con sè anche le patch di sicurezza di gennaio. L’aggiornamento, come ormai consuetudine, è disponibile tramite over-the-air (OTA) e raggiungerà tutti i possessori di Huawei Mate 20 Pro nei prossimi giorni.

Le prime notizie sull’aggiornamento in questione erano trapelate già il mese scorso, e Huawei ha confermato queste indiscrezioni. L’aggiornamento OTA è probabilmente in fase di lancio “in lotti”, ma come accennato dovrebbe sbarcare su tutti i dispositivi interessati nel giro di qualche giorno. L’aggiornamento ha una dimensione di 785 MB e viene individuato nel numero di build software 9.0.0.183. Tuttavia, la versione di EMUI è ancora ferma a 9.0: diversi utenti speravano in un’evoluzione.

Uno dei grandi cambiamenti apportati da questo update lo si ritrova nell’app fotocamera di Huawei Mate 20 Pro. La funzione Super Macro è ora una modalità di scatto separata, alla quale è possibile accedere andando alla scheda “Altro” all’interno del mirino. In precedenza, questa funzione poteva essere attivata automaticamente solo puntando la fotocamera vicino a un soggetto (vicino a 2,5 cm), dopo di che passava automaticamente al sensore grandangolare. Ora è possibile accedere più facilmente alle varie modalità di zoom, ad esempio 1x, 3x e grandangolare, grazie agli indicatori dedicati nel mirino.

Stando a quanto trapelato online, pare che l’aggiornamento porti anche dei miglioramenti delle prestazioni per sbloccare il telefono tramite il riconoscimento del volto “in alcuni scenari”. Tuttavia, al momento questo dettaglio non è stato ancora confermato. Di sicuro le gesture EMUI appaiono più fluide. Ricordiamo che il Mate 20 Pro ha ottenuto da poco le patch di sicurezza di dicembre.